La lettura nell’arte, luglio 2017

3 luglio 2017 § Lascia un commento

SONY DSC

Vlasov Vladimir Grigorievich (1927 – 1999) Girl with a book, 1966

 

 

La lettura nell’arte, giugno 2017

5 giugno 2017 § Lascia un commento

portrait-of-the-artist-s-daughter-julie-manet-at-gorey.jpg!Large

Portrait of the artist’s daughter, Julie Manet, at Gorey Berthe Morisot, 1886, pastel private collection

#5romanzi non fiction

22 maggio 2017 § Lascia un commento

#5libri non fiction suggeriti da Polimena!

Parla della Russia

Negli Stati Uniti la letteratura non fiction è un genere ampiamente sviluppato che comprende romanzi nei quali la narrazione di incentra su  fatti realmente avvenuti, spesso legati al mondo della cronaca o alla storia recente. In Italia la tradizione è lunga anche se la definizione di non fiction è più recente. Ma potrebbero benissimo appartenere al genere i romanzi di Primo Levi, di Emilio Lussu o di Mario Rigoni Stern o i romanzi del collettivo Wu Ming.
Qui sono citati 5 esempi di romanzi appartenenti al genere non fiction, romanzi letti recentemente che mi sento di consigliare.

A sangue freddo di Truman Capote

Considerato da molti il capostipite della letteratura non fiction, è il racconto dettagliato del massacro della famiglia Clutter avvenuto nel 1959 in un piccolo paese del Kansas, Holcomb ad opera di due balordi, Perry Smith e Dick Hickock. Capote si fece inviare come reporter dal New…

View original post 555 altre parole

Memoria di ragazza

10 maggio 2017 § Lascia un commento

L’ultimo lavoro della Ernaux. Un libro su cui riflettere.

Parla della Russia

imgres«Esplorare il baratro tra la sconcertante realtà di ciò che accade nel momento in cui accade e la strana irrealtà che, anni dopo, ammanta ciò che è accaduto.»

Annie Ernaux, classe 1940, racconta in queste pagine la sua estate del 1958 e prosegue fino al 1963. Più che raccontare, «decostruisce» la ragazza che è stata. E’ un lavoro di precisione, di distanza, di osservazione. Raccontare di sé usando la terza persona permette all’autrice di allontanare lo sguardo, di mettere a fuoco una Annie «che non è me, ma non è una finzione. Non esiste nessun’altra persona al mondo di cui abbia una conoscenza tanto estesa, inesauribile […] La ragazza della foto è un’estranea che mi ha lasciato la sua memoria in eredità» .

Figlia unica, nata dopo la morte della sorella di cui racconta ne L’altra figlia, Annie è una ragazza iperprotetta e controllata dalla madre. Frequenta una…

View original post 513 altre parole

Il battello bianco

7 maggio 2017 § Lascia un commento

Domani, alle 20.15, nella saletta multimediale della Biblioteca Tartarotti di Rovereto, parleremo de Il battello bianco, di Čyngyz Ajtmatov. Vi aspettiamo!

Parla della Russia

urlIl 4 marzo scorso la Libreria Arcadia di Rovereto ha festeggiato il suo primo anno di attività. E l’ha fatto proponendo l’appuntamento al buio con un libro. I lettori che volevano partecipare potevano comprare un libro che sarebbe stato regalato, rigorosamente impacchettato, ad un altro lettore che avesse deciso di partecipare al gioco e alla serata.

È stata l’occasione per scoprire autori amati da altre persone dei quali non conoscevo nulla. Uno di questi ha particolarmente colpito la mia attenzione perché proposto da una persona con gusti letterari vicini ai miei.

Il battello bianco è un libro dello scrittore kirghizo Čyngyz Ajtmatov (1928 – 2008), nato a Chon Tash, il cui padre fu vittima delle purghe staliniane, fu ministro del governo Gorbachov e ambasciatore del Kirghizistan in Lussemburgo e in Belgio. Del Kirghizistan o Kirghizia ne abbiamo sentito parlare pochi giorni fa, per il tragico attentato alla metro di San Pietroburgo. Stato indipendente…

View original post 1.160 altre parole

La lettura nell’arte, maggio 2017

1 maggio 2017 § Lascia un commento

 

sr.gallerix

Nikolai Petrovich Bogdanov-Belsky, Alla porta della scuola, 1897 – State Russian Museum, S. Pietroburgo

 

 

La lettura nell’arte, aprile 2017

1 aprile 2017 § Lascia un commento

Lettrice davanti a una finestra aperta, 1889 Asta Nørregaard (13 August 1853 – 23 March 1933)